Coppia e problemi economici

Coppia e problemi economici

Come i bisogni di base possono minare una relazione

Questo è un periodo storico molto particolare in cui l'incertezza sembra essere padrona di tutto e questo ovviamente ha le sue ripercussioni anche nella vita di coppia.
Noi esseri umani fondiamo la nostra esistenza su una scala di bisogni, ben definita da Maslow. Sulla base di questa teoria i primi due bisogni che deve soddisfare ogni essere umano sono:

  • bisogni primari (cibo, acqua etc..)
  • bisogni di sicurezza

Questo vuol dire che se un essere umano non riesce a prendersi cura di sé e a darsi delle certezze di base, fa più fatica ad andare avanti.
I bisogni sono personali è vero, ma stare in coppia non cambia il potente bisogno di soddisfarli, anzi!

Questo vuol dire che se una coppia non può serenamente provvedere al soddisfacimento dei bisogni primari, quali cibo sostentamento ecc.. e non riesce a provvedere ai bisogni di sicurezza quali avere una casa o un posto sicuro dove vivere, è molto probabile che non riuscirà ad essere serena.

Questa riflessione serve a capire che le circostanze di vita hanno un forte impatto sulla coppia, per cui tensioni e conflitti possono dipendere anche da situazioni esterne.

Percezioni diverse, maggiori risorse

Ognuno di noi ha una percezione propria di quello che gli accade e ognuno di noi reagisce in modo differente ai problemi.

Quindi in una situazione di difficoltà economica potrà accadere che un partner sviluppi una forte ansia, mentre l'altro potrà tendere a sdrammatizzare per alleggerire la tensione. 
Questa differenza di approccio potrà essere vissuta in modo negativo dalla coppia generando ulteriori conflitti e tensioni.

Proprio in questi momenti è essenziale fare delle differenze una risorsa e non “spostare” la rabbia e la tensione per la situazione sull'altro.

Come si fa a rendere le differenze una risorsa?

Accettando l'altro e il suo personale approccio alla vita... Il fatto che nella coppia spesso si assumano posizioni diverse (quasi opposte) può sembrare una cosa negativa... Ma riflettiamo, cosa accadrebbe se entrambi i partner si facessero sovrastare dall'ansia? Spesso le posizioni che ciascuno assume nella coppia servono a bilanciarla.

Anche la soglia del pericolo può essere percepita diversamente, per esempio le donne hanno una naturale maggiore tendenza ad entrare in uno stato di allerta rispetto ai bisogni di base. Questo meccanismo è antico quanto l'uomo ed ha a che fare con il ruolo di accudimento della prole che la donna ha sempre assunto sin dai tempi delle caverne.

Questo vuol dire che probabilmente il suo “allarme” rispetto ad un problema economico scatterà prima e in maniera più intensa. Allo stesso modo potrà soffrire più intensamente per la mancanza di una casa o di un luogo sicuro.
Questa non è la regola, ma può essere che sia cosi!

Per fronteggiare meglio questi difficili momenti è quindi utile che i partner comprendano che un approccio diverso al problema è normale e può essere molto utile!

L'ansia, nella giusta misura, spingerà verso la risoluzione del problema, mentre magari sdrammatizzare aiuterà ad alleggerire la tensione in vista di soluzioni più creative.

L'importanza del dialogo nei momenti difficili

Avendo posto le basi per una buona accettazione del punto di vista dell'altro, ora si può introdurre il tema del dialogo.

In momenti di difficoltà spesso accade di chiudersi in sé stessi e di non parlare delle proprie paure o difficoltà. Nel caso specifico si evita l'argomento “denaro” per tenere bassa la tensione.

Ma spesso questo genera quasi “magicamente” che l'argomento si presenti, nonostante tutti i tentativi di evitarlo, nella maniera peggiore tra conflitti e litigi. 
Questo avviene perchè evitare non è sempre una buona strategia, poichè aumenta la tensione invisibile, quella sotterranea che esplode in tutta la sua forza cercando una via di sfogo.

Impariamo a scindere il parlare di un problema, dal trovare una soluzione.

Nella coppia parlate delle vostre paure e tensioni solo per condividerle con l'altro, ma senza lo scopo di risolvere... perchè si rischia di generare nuova tensione.

La tentazione di trovare una soluzione sarà forte, ma rinunciate, intanto parlate all'altro di come state e di quello che vi accade e ascoltate cosa l'altro ha da dire.

In un momento diverso, vi concentrerete sulle soluzioni possibili.

Dividere questi due momenti è fondamentale per una coppia perchè non crolli sotto il perso delle tensioni, in questi momenti bisogni essere forti soprattutto nella relazione, in questo modo gli urti della vita si sopporteranno meglio.

Non sono situazioni facili da fronteggiare, tenetelo bene a mente, sono in gioco bisogni e paure molo antiche e soprattutto reali....

Ma fate anche uno sforzo e cercate nella coppia le risorse presenti, questo vi potrà aiutare a moltiplicare le vostre possibilità e a non mettere in crisi la vostra relazione di coppia in un momento di per sé già delicato.

Richiedi informazioni

Tutti i campi sono obbligatori