Dall'intelligenza emotiva all'autocontrollo

Dall'intelligenza emotiva all'autocontrollo

Da cosa dipendono le nostre capacità di autocontrollo e come potenziarlo

Per Intelligenza Emotiva si intende quello che Goleman definisce la “capacità di riconoscere i nostri sentimenti e di quelli degli altri”. In sostanza utilizzare le emozioni con intelligenza significa principalmente saperle:

  • identificare
  • comprendere
  • ‚Äč gestire

Sviluppare l'intelligenza emotiva è importante perché le emozioni posseggono una grande forza ed energia. Questo vuol dire che l'emotività se ben vissuta e gestita è una risorsa, ma se non viene gestita adeguatamente può anche diventare un ostacolo.

Pensiamo ad esempio a cosa accade se la paura ci sovrasta paralizzandoci, oppure se in preda alla rabbia perdiamo la bussola travolgendo tutto e tutti!

Quello che di certo sappiamo, è che il primo passo per una buona gestione delle emozioni, è saperle identificare in noi stessi, ecco perché il lavoro sulla consapevolezza è essenziale!

Un altro aspetto importante è la gestione delle emozioni, ossia la capacità (dopo averle riconosciute) di canalizzarle dando loro una forma espressiva ed una intensità adeguate.

Le emozioni, come dicevamo, posseggono una grande forza ed energia, per questo è importante non lasciarsi sovrastare e saperle dominare.

Tra le possibilità di gestione delle emozioni troviamo l'autocontrollo ossia la capacità di vivere le emozioni, senza reprimerle, senza lasciarsi sovrastare e soprattutto esprimendole in maniera adeguata.

Ma nella realtà è più facile a dirsi che a farsi!

Quando ci troviamo in una situazione di forte frustrazione è difficile mantenere la calma, ma molta della capacità di autocontrollo dipende da noi stessi.

Come si può sviluppare autocontrollo?

Se consideriamo la base neurobiologica, dobbiamo considerare che per sviluppare autocontrollo dobbiamo potenziare le attività inibitorie della corteccia prefrontale.

Questa parte del cervello, è infatti adibita alla gestione degli impulsi emotivi (che arrivano dal sistema limbico), che trovano qui la possibilità di essere gestite e inibite se troppo intense.

In ciascuno di noi la corteccia prefrontale può essere più o meno sviluppata, di certo però per aumentare la sua funzionalità dobbiamo aumentare le capacità di dialogo ed espressione, implementare la capacità di parlare di sé in altre parole sviluppare lessico emotivo.

Il lessico emotivo può essere sviluppato nei seguenti modi:

  • aumentando la conoscenza di parole e termini per descrivere i propri stati emotivi

  • sviluppando capacità di concentrazione

  • sviluppando capacità di attenzione

  • attraverso esercizi si mindfulness

Fortunatamente, il nostro cervello gode di una grande plasticità, ecco perché questi esercizi hanno un effetto diretto sulle aree corticali prefrontali e permettono una efficace rielaborazione cognitiva.
Sarà poi necessario sviluppare la capacità di accettare le proprie emozioni e da qui acquisire nuove strategie e modalità di espressione.

 

Richiedi informazioni

Tutti i campi sono obbligatori